SIL Progetti

www.silprogetti.com

 

Oltre a diverse associazioni di categoria, che attraverso i propri mezzi di comunicazione, riviste e convegni, hanno reso edotti, i propri associati, abbiamo ascoltato il parere di un amministratore, che per privacy, non pubblicheremo, ma che conscio dell' importanza di conoscere, a propria tutela e dei propri condòmini, i rischi presenti in condominio, ha voluto farlo attraverso il suo sito :

Ti sarà capitato di chiederti quali siano gli obblighi e le responsabilità dell’amministratore condominiale in materia di sicurezza del condominio. In questo articolo ti parlo di uno dei nostri doveri a riguardo: la redazione del modulo VCS, acronimo che sta per Valutazione Condizioni di Sicurezza. Sai di cosa si tratta? Serve a definire gli eventuali rischi all’interno degli ambienti comuni di un condominio.Iniziamo col vedere da dove ha origine questo documento.
 

Dal decreto-legge n. 145/2013 alla VCS

La compilazione del modulo VCS è obbligatoria per legge. La sua nascita è dovuta al decreto-legge n. 145/2013, anche noto come “Destinazione Italia”, entrato in vigore il 24 dicembre 2013 e convertito in legge nel febbraio 2014.Tale decreto ha portato un piccolo ma sostanziale cambiamento nel testo dell’articolo 1130 del Codice Civile, che concerne le attribuzioni dell’amministratore. In particolare, la modifica interessa il comma 1, n. 6, dove si fa riferimento alla cura del registro di anagrafe condominiale.Ecco il testo, prima del decreto:
“L’amministratore, oltre a quanto previsto dall’articolo 1129 e dalle vigenti disposizioni di legge, deve: […] 6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza.”
Dopo il decreto, quest’ultima parte di testo è cambiata così:
“nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni.”
Da questo dettaglio ha avuto origine la VCS. Focalizziamoci adesso sui compiti dell’amministratore.
 

Come si fa la valutazione delle condizioni di sicurezza del condominio

Per la redazione del modulo VCS, l’amministratore si reca nel condominio presso cui presta servizio e conduce la valutazione attraverso:
  • esame visivo
  • esame documentale
  • misure e prove.

 

L’esame visivo

Tramite l’esame visivo, l’amministratore valuterà:
  • la struttura del condominio: il numero dei fabbricati di cui si compone, la presenza o meno di un serbatoio GPL, il numero dei garage o dei posti auto, etc.
  • la conformità a norma di legge delle scale (rampe, gradini, parapetti, corrimano), delle autorimesse, delle centrali termiche a gas, della centrale di sollevamento acqua potabile, dei vetri in zone pubbliche e condominiali, della dismissione dell’amianto, dei dispositivi di protezione individuale contro i rischi di caduta dall’alto. Tutto ciò per ogni fabbricato del condominio.

 

L’esame documentale

Sarà cura dell’amministratore appurare che ogni fabbricato del condominio sia dotato di tutti i documenti richiesti dalla legge. Come puoi immaginare, sono tantissimi, e magari in un prossimo articolo te ne parlerò nel dettaglio.
 

Misure e prove

Si procede ad alcune verifiche, come quelle su porte e cancelli motorizzati o sugli interruttori differenziali.Se l’amministratore riscontra delle anomalie, prescrive sul modulo VCS ciò che è necessario fare per rimediare e le eventuali condizioni di non sicurezza saranno trascritte nel registro di anagrafe condominiale.
Una definizione di rischio a margine della VCS
Come abbiamo detto, la VCS serve per valutare i rischi nelle parti comuni del condominio. Bisogna tener presente, però, che il rischio è un concetto probabilistico che non può essere annullato, ma può solamente essere individuato e ridotto attraverso misure di prevenzione, come la posa di strisce antiscivolo, e di protezione, come, ad esempio, munire il condominio di estintori.
Spero che questo focus sulla VCS ti sia stato utile per comprendere meglio il ruolo dell’amministratore di condominio a riguardo. Se hai dubbi o domande sull’argomento, scrivimi pure nei commenti. Sarò felice di rispondere.

Login

Utenti Online

Abbiamo 47 visitatori e nessun utente online